BLOG "Convivio"

Il Codice di autoregolamentazione per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo e i disegni di legge 2014 contro il cyberbullismo

Il cyberbullismo anche in Italia è diventato un fenomeno preoccupante che minaccia non solo i pre-adolescenti ma anche i teenagers, un fenomeno in crescita anno dopo anno evidenziato dal raddoppio delle denunce di cyberbullismo alla Polizia Postale.

L'attenzione è altissima tanto che la stessa Commissione Europea ha istituito il Safer Internet Day e un apposito tavolo finalizzato a promuovere un utilizzo sicuro, consapevole e responsabile dei nuovi media tra i più giovani, anche ai sensi della Decisione 1351/2008/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008.

Il cyberbullismo è il segnale più chiaro e insieme il prodotto di una socialità aggressiva, prevaricatrice e discriminatoria fondamentalmente antisociale che ha tra le sue vittime anche i più giovani nonostante l'interconnessione, la digitalizzazione e i social network, divenuti luogo principale della violenza in rete, insieme all’instant messaging, entrambi terreno fertile per i rischi connessi alla navigazione online.

L'interconnessione e la digitalizzazione proiettano la violenza del mondo reale nel mondo virtuale rendendola esponenziale e quanto mai virale, grazie anche ai social network.

L'elemento sicuramente più minaccioso del cyberbullismo in grado di rafforzarne la diffusione è la presunta garanzia di anonimità del web, che rende mpavidi e boriosi i cyberbulli più ignari del web, solo apparentemente non perseguibili.

Le modalità d'attacco preferite dai giovani cyberbulli diventano quindi la persecuzione della vittima attraverso il profilo sui social network come anche il furto di identità digitale.

La necessità quindi di una cornice regolamentare specifica per il cyberbullismo nasce dal fatto che i più giovani, sempre più connessi – la generazione always on - sono del tutto ignari o scarsamente consapevoli dei rischi dell’online e soprattutto dei meccanismi di protezione della privacy connessi ad un utilizzo incauto della Rete.

Il cyberbullismo si manifesta infatti dapprima con la diffusione di post provocatori e di immagini con finalità denigratorie o diffamatorie, sempre intenzionalmente lesive, e diventa via via più persistente fino alla creazione di veri e propri gruppi “contro”.

Non sia però da ritenere che in Italia manchino i riferimenti normativi come abbiamo visto nei post precedenti "Quali leggi contro il bullismo", "Illeciti civili da bullismo, profili di responsabilità e cosa dice la legge in caso di bullo minorenne", "Bullismo Genitori e Scuola: cos'è la Culpa in Vigilando e in Organizzando".


Certamente molto resta da fare nel 2015 in relazione a quanto il 2014 ha visto iniziare a legiferare, con riferimento alle due proposte di legge in Parlamento:

  1. il disegno di legge Ferrara al Senato in attesa del parere della Commissione Bilancio di Palazzo Madama, che prevede un obbligo in capo alla Polizia Postale di resocontare su base semestrale la situazione reale del cyberbullismo, nonché il finanziamento di svariate iniziative formative nelle scuole volte a sensibilizzare l'opinione pubblica e i più giovani con un budget previsto di 485 mila euro;

  2. il disegno di legge Campana che prevede, nei 30 giorni successivi all’adozione del testo di legge, l'emanazione di specifiche direttive e linee guida per la formazione, la prevenzione ed il contrasto del cyberbullismo nelle scuole nonché la formazione del personale scolastico con dignità curriculare. Nell’ambito del disegno di legge è previsto poi specifico inserimento all’interno del Codice Penale di previsioni ad hoc sul bullismo detenzione inclusa (reclusione – art. 4 - viene specificamente prevista da 6 mesi a 4 anni come conseguenza dello stato di paura e fondato timore per la propria incolumità), nonché percorsi psicologici ad personam se il bullo è minore di 14 anni con strategie di recupero e lavoro straordinario.

 

Da non trascurare neppure il codice di autoregolamentazione” per gli operatori che forniscono servizi di social networking e gli altri operatori della rete.

Tale codice di autoregolamentazione per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo disciplinerebbe il tema del child friendly, ovvero delle tecnologie capaci di prevenire il fenomeno, una sorta di marchio di qualità e parental control nei social media e negli smartphones dei minori.

Gli operatori individuati come target dal Codice di Autoregolamentazione, in base all’art. 1, sono tutti i fornitori di servizi di social networking e di servizi online, come anche i fornitori di contenuti e di piattaforme UGC. Costoro aderendo al Codice di Autoregolamentazione si impegnano ad attivare meccanismi di segnalazione di episodi di cyberbullismo al fine di prevenire e contrastare il fenomeno.

Affinché tali sistemi di segnalazione siano efficaci devono però essere accessibili e facilmente fruibili da parte degli utenti (articolo 2).

L’articolo 3 del Codice di Autoregolamentazione disciplina la tempestività della gestione delle segnalazioni, in base alla quale si assicura entro due ore al massimo dall’avvenuta segnalazione la rimozione dei contenuti lesivi.

L’impegno degli operatori si estende, ove necessario, anche all’oscuramento cautelare temporaneo del contenuto lesivo segnalato.

L’articolo 4 prevede l’attivazione di campagne di sensibilizzazione e di informazione sull’uso consapevole della Rete, rivolto all’utenza Internet al fine di scongiurare che il bullismo online possa restare impunito e le vittime degli stessi senza possibilità di difesa.

Un apposito Comitato di monitoraggio, istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, vigila periodicamente e resoconta sugli esiti dell’attività di contrasto al cyberbullismo, svolgendo annualmente studi e ricerche sul fenomeno e sull’efficacia delle misure intraprese nell’ottica di garantire la protezione dei minori ed il rispetto del Codice stesso. In caso di reiterato mancato rispetto degli impegni assunti dagli operatori l’Aderente verrà formalmente richiamato (articolo 6).

 

Sia chiaro però che il cyberbullismo non è un problema che si risolva con l'oscuramento o la rimozione di un profilo o con un qualsiasi altro tipo di blocco di dati personali del minore incautamente diffusi nel web o ancora con previsioni ad hoc contro il bullismo all’interno del Codice Penale.

Il cyberbullismo è frutto dell'assenza di cultura ed è il segnale di un'attitudine antisociale in cui etica, umanità e senso civico hanno perso di significato.

Sicuramente recuperare almeno attraverso una cittadinanza digitale consapevole e responsabile un poco di etica e senso civico farà sì che dalle regole del "mos digitale" si recuperino anche quel "tocco di umanità" e di "spirito sociale" che dovrebbero essere innati nella persona umana.

Informativa sull'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina, cliccando APPROVO o qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla nostro Cookie Policy Per saperne di piu'

Approvo

Cookie

Facendo uso del sito, si acconsente al nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie in questo modo, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo, ciò potrebbe influenzare l'esperienza dell'utente mentre si trova sui nostri siti.

INFORMATIVA ESTESA COOKIE -  COOKIE POLICY

La presente informativa ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei Cookie dei visitatori che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali)

COSA SONO I COOKIE:

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. "terze parti"), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

TIPOLOGIA DI COOKIE

COOKIE TECNICI

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione e garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web.

Questi cookie, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e a facilitare l'accesso e la fruizione del sito stesso da parte dell'utente; verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser.

COOKIE DI ANALISI (ANALITICI)
Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.
Google Analytics è un servizio offerto da Google che genera statistiche dettagliate sul traffico di un sito web e le sorgenti di traffico. È il servizio di statistiche più utilizzato. Google Analytics può monitorare i visitatori provenienti da tutti i links esterni al sito, tra cui i motori di ricerca e social network, visite dirette e siti di riferimento. Visualizza anche la pubblicità, pay-per-click, e-mail marketing e inoltre collegamenti all'interno dei documenti PDF.

E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html

COOKIE DI PROFILAZIONE

Si tratta di cookie permanenti utilizzati per identificare (in modo anonimo) le preferenze dell'utente e a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

COOKIE DI TERZE PARTI

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei “social plugin” per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugins è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. Tutti questi Cookies possono essere rimossi direttamente dalle impostazioni browser.
In quest’ultimo caso alcuni servizi del sito potrebbero non funzionare come previsto e potrebbe non essere possibile accedere o addirittura non avendo più il Cookie associato perdere le preferenze dell'utente, in questo modo le informazioni verrebbero visualizzate nella forma locale sbagliata o potrebbero non essere disponibili.

COOKIE DI TERZE PARTI NEL DETTAGLIO

I Cookie di terze parti vengono anche utilizzati per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall'utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in basa al tipo navigazione effettuata dall'utente.
1) Cookie DoubleClick DART: Tale Cookie di Google serve per pubblicare annunci contestuali in modo da mostrare all'utente pubblicità più mirata in base alla loro cronologia di navigazione. Gli utenti possono accettare tale cookie oppure disattivarlo nel loro browser visitando la pagina Privacy e Termini. Ulteriori informazioni sulle tipologie e sull'uso che fa Google dei cookie con finalità pubblicitarie possono essere trovate nella pagina web dei Tipi di cookie utilizzati.

2) Cookie di Facebook: Questo Cookie può tracciare il comportamento dei lettori. Per avere maggiori informazioni si può consultare la pagina per la
Politica della Privacy di Facebook.

3) Twitter: Questo Cookie viene utilizzato per migliorare la interazione con il social
Twitter Cookie Policy Privacy

4) Google+ Questo Cookie viene utilizzato per migliorare la interazione con il social
Google Cookie Policy Privacy

Questo sito e il suo amministratore non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti,. quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti sopra riportate, così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. L'amministratore di questo sito non può quindi controllare le attività degli inserzionisti di questo sito. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri.
Eventualmente, Cookie di profilazione sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.

GESTIONE DEI COOKIE

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: l'utente può negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Una navigazione senza l'utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Di seguito riportiamo le modalità di gestione dei cookie offerte dai principali browser:

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT


Google Analytics è un servizio offerto da Google che genera statistiche dettagliate sul traffico di un sito web e le sorgenti di traffico. È il servizio di statistiche più utilizzato. Google Analytics può monitorare i visitatori provenienti da tutti i links esterni al sito, tra cui i motori di ricerca e social network, visite dirette e siti di riferimento. Visualizza anche la pubblicità, pay-per-click, e-mail marketing e inoltre collegamenti all'interno dei documenti PDF.

E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html

Google AdSense è un programma gestito da Google Inc. che consente agli inserzionisti della rete Google di pubblicare annunci pubblicitari sul proprio sito web guadagnando in base al numero di esposizioni dell'annuncio pubblicitario o click effettuati su di essi.
E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: https://www.google.com/adsense/localized-terms.

NAVIGAZIONE ANONIMA - COME EVITARE RACCOLTA DI COOKIE

Una navigazione senza l'utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Questa pagina è visibile, mediante link in tutte le pagine del Sito. Per ulteriori informazioni visitare la pagina del garante della privacy: http://www.garanteprivacy.it/cookie