BLOG "Convivio"

Il Disegno di Legge Ferrara per il contrasto e la prevenzione del cyberbullismo

 

Il fenomeno del cyberbullismo è diventato dilagante anche in Italia nell'ultimo anno, nonostante il digital divide.

Era già sconcertante il quadro tratteggiato dalla ricognizione effettuata nel 2013 dalla Ricerca Ipsos sul cyberbullismo per Save the Children, in cui si evidenziava come ben i 2/3 dei minori italiani considerasse il cyberbullismo una seria minaccia dai molteplici effetti tra cui, oltre alla paura e al senso di impotenza, il peggioramento del rendimento scolastico (per il 38 percento) e la depressione (per il 57 per cento, una percentuale questa che sale al 63 per cento nelle ragazze tra i 15 e i 17 anni).

 

E nel corso del 2014 i dati sul cyberbullismo sono diventati ancora più preoccupanti rispetto all'anno precedente: le denunce e i casi di prepotenze online ad opera di minori contro minori trattati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni sono infatti raddoppiati.

Il vero problema del fenomeno è il fatto che tenuto conto che a compiere e per converso a subire atti di bullismo e cyberbullismo sono minorenni, spesso di età inferiore ai 14 anni e che l’ordinamento giuridico italiano non ne riconosce l’imputabilità, bullismo e cyberbullismo rischiano di restare impuniti.

 

Da non sottovalutare poi che il cyberbullismo si pone in aperta violazione del Codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al decreto legislativo 30 gennaio 2003, n. 196. E, sul fronte della tutela dei dati personali e del contrasto all’uso criminogeno della Rete, le criticità aumentano quando si tratta di minori.

Leggi ad hoc contro il cyberbullismo non esistono, eccetto disposizioni generiche contenute nel decreto-legge 14 agosto 2013, n.93 convertito con modificazioni dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119 (legge sul femminicidio).

 

Per tutti gli altri riferimenti di legge comunque applicabili anche agli atti di cyberbullismo si rimanda ai post precedenti.

In questo quadro e in questo "vuoto" normativo si inserisce il disegno di legge Ferrara comunicato alla Presidenza il 27 gennaio 2014 (XVII legislatura), titolato “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”.

La "cifra" del disegno di legge Ferrara è sicuramente il delinearsi per la prima volta di una strategia d’azione integrata (articolo 3) volta non solo a prevenire il fenomeno del cyberbullismo con programmi educativi ad hoc ed iniziative e campagne di sensibilizzazione e formazione specifica degli operatori, ma anche a promuovere l’adozione di tecnologie child-friendly mediante conferimento di un marchio di qualità ai fornitori di servizi di comunicazione e ai produttori che aderiscono ai modelli e alle indicazioni del tavolo tecnico istituito dallo stesso disegno di legge.

A tale tavolo tecnico partecipano vari rappresentanti del Ministero dell’Interno, del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Ministero della Giustizia, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Garante per l’infanzia e l’adolescenza, del Comitato di applicazione del codice di autoregolamentazione media e minori, del Garante per la protezione dei dati personali e delle organizzazioni non governative già coinvolte nel programma nazionale del Safer Internet.

E’ inoltre previsto un piano di azione del tavolo tecnico, da definirsi entro 60 gg dal relativo insediamento, che stabilisca le iniziative di informazione e di prevenzione del fenomeno del cyberbullismo.

Il programma di educazione digitale rivolto alle fasce dei più giovani e ai minori deve avere quale obiettivo prioritario la responsabilizzazione dei ragazzi e la diffusione di una maggiore consapevolezza dei rischi oltre che delle opportunità della Rete.

Al comma 3 dell’articolo 4 del DDL Ferrara si prevede che l’educazione all’uso consapevole della Rete assuma carattere di continuità curricolare tra i diversi ordini di scuola e in particolare tra la secondaria di primo grado e la secondaria di secondo grado.

All’articolo 5 oltre al rifinanziamento del fondo di cui all’articolo 12 della legge 18 marzo 2008, n. 48, si prevede a carico della Polizia l’obbligo di relazionare su base semestrale al tavolo tecnico sugli esiti delle misure di contrasto al cyberbullismo.

L’articolo 6 prevede che in caso di bullo ultraquattordicenne il questore possa ammonire l’autore dei comportamenti affinché desista dal porli in essere. Ovviamente l’avvertimento verbale deve avere l’obiettivo di rieducare il bullo e renderlo consapevole del pregiudizio altrui arrecato dal proprio comportamento, così da prevenire un eventuale processo penale prima ancora che sia proposta querela o presentata denuncia.

All’articolo 2 il DDL Ferrara prevede poi una procedura accelerata dinanzi al Garante per la protezione dei dati personali che consente ai genitori di minori vittime di cyberbullismo di ottenere una tutela rafforzata e più celere attraverso l’adozione di provvedimenti inibitori e prescrittivi (come ad esempio l’oscuramento, la rimozione o il blocco di qualsiasi dato personale del minore diffuso in Rete) che assicurino il pieno rispetto della dignità del minore di fronte a qualunque genere di violazione della sua persona commessa in Rete.

Fino a quando non sia stata proposta querela o presentata denuncia per taluno dei reati di cui agli articoli 594, 595 e 612 del Codice Penale o dell’articolo 167 del Codice di protezione dei dati personali di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, commessi su internet da minori di età superiore ai 14 anni nei confronti di altro minore, è applicabile la procedura di ammonimento di cui all’art 8 del decreto-legge 23 febbraio 2009 n. 11 conferito con modificazioni dalla legge 23 aprile 2009 n. 38 successive modificazioni.

Il merito di questa legge è quello di inquadrare meglio il cyberbullismo. Non si tratta certamente di una legge sanzionatoria e che vuole criminalizzare il web o normare l'utilizzo delle nuove tecnologie.

Informativa sull'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina, cliccando APPROVO o qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla nostro Cookie Policy Per saperne di piu'

Approvo

Cookie

Facendo uso del sito, si acconsente al nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie in questo modo, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo, ciò potrebbe influenzare l'esperienza dell'utente mentre si trova sui nostri siti.

INFORMATIVA ESTESA COOKIE -  COOKIE POLICY

La presente informativa ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei Cookie dei visitatori che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali)

COSA SONO I COOKIE:

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. "terze parti"), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

TIPOLOGIA DI COOKIE

COOKIE TECNICI

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione e garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web.

Questi cookie, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e a facilitare l'accesso e la fruizione del sito stesso da parte dell'utente; verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser.

COOKIE DI ANALISI (ANALITICI)
Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.
Google Analytics è un servizio offerto da Google che genera statistiche dettagliate sul traffico di un sito web e le sorgenti di traffico. È il servizio di statistiche più utilizzato. Google Analytics può monitorare i visitatori provenienti da tutti i links esterni al sito, tra cui i motori di ricerca e social network, visite dirette e siti di riferimento. Visualizza anche la pubblicità, pay-per-click, e-mail marketing e inoltre collegamenti all'interno dei documenti PDF.

E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html

COOKIE DI PROFILAZIONE

Si tratta di cookie permanenti utilizzati per identificare (in modo anonimo) le preferenze dell'utente e a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

COOKIE DI TERZE PARTI

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei “social plugin” per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugins è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. Tutti questi Cookies possono essere rimossi direttamente dalle impostazioni browser.
In quest’ultimo caso alcuni servizi del sito potrebbero non funzionare come previsto e potrebbe non essere possibile accedere o addirittura non avendo più il Cookie associato perdere le preferenze dell'utente, in questo modo le informazioni verrebbero visualizzate nella forma locale sbagliata o potrebbero non essere disponibili.

COOKIE DI TERZE PARTI NEL DETTAGLIO

I Cookie di terze parti vengono anche utilizzati per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall'utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in basa al tipo navigazione effettuata dall'utente.
1) Cookie DoubleClick DART: Tale Cookie di Google serve per pubblicare annunci contestuali in modo da mostrare all'utente pubblicità più mirata in base alla loro cronologia di navigazione. Gli utenti possono accettare tale cookie oppure disattivarlo nel loro browser visitando la pagina Privacy e Termini. Ulteriori informazioni sulle tipologie e sull'uso che fa Google dei cookie con finalità pubblicitarie possono essere trovate nella pagina web dei Tipi di cookie utilizzati.

2) Cookie di Facebook: Questo Cookie può tracciare il comportamento dei lettori. Per avere maggiori informazioni si può consultare la pagina per la
Politica della Privacy di Facebook.

3) Twitter: Questo Cookie viene utilizzato per migliorare la interazione con il social
Twitter Cookie Policy Privacy

4) Google+ Questo Cookie viene utilizzato per migliorare la interazione con il social
Google Cookie Policy Privacy

Questo sito e il suo amministratore non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti,. quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti sopra riportate, così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. L'amministratore di questo sito non può quindi controllare le attività degli inserzionisti di questo sito. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri.
Eventualmente, Cookie di profilazione sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.

GESTIONE DEI COOKIE

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: l'utente può negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Una navigazione senza l'utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Di seguito riportiamo le modalità di gestione dei cookie offerte dai principali browser:

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT


Google Analytics è un servizio offerto da Google che genera statistiche dettagliate sul traffico di un sito web e le sorgenti di traffico. È il servizio di statistiche più utilizzato. Google Analytics può monitorare i visitatori provenienti da tutti i links esterni al sito, tra cui i motori di ricerca e social network, visite dirette e siti di riferimento. Visualizza anche la pubblicità, pay-per-click, e-mail marketing e inoltre collegamenti all'interno dei documenti PDF.

E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html

Google AdSense è un programma gestito da Google Inc. che consente agli inserzionisti della rete Google di pubblicare annunci pubblicitari sul proprio sito web guadagnando in base al numero di esposizioni dell'annuncio pubblicitario o click effettuati su di essi.
E’ possibile accedere all'informativa all’indirizzo: https://www.google.com/adsense/localized-terms.

NAVIGAZIONE ANONIMA - COME EVITARE RACCOLTA DI COOKIE

Una navigazione senza l'utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Questa pagina è visibile, mediante link in tutte le pagine del Sito. Per ulteriori informazioni visitare la pagina del garante della privacy: http://www.garanteprivacy.it/cookie